News e appuntamenti

Dalla violenza all’impegno: storie al femminile per costruire cambiamento

Dalla violenza all'impegno: storie al femminile per costruire cambiamento

Voci che narrano storie, donne che si alzano dal silenzio dell'omertà, voci di donne che sollecitano una presa di coscienza collettiva contro la cultura della violenza.

Sono state proprio le voci delle donne messe a tacere dalla violenza mafiosa che hanno ripreso vita nel corso del progetto "Dalla violenza all'impegno: storie al femminile per costruire cambiamento".

Un percorso che più di trenta classi provenienti da tutta Italia, hanno portato avanti, ciascuna con la propria sensibilità e il proprio impegno. Entrare dentro alcune vicende intime e complesse non è stato semplice. Le storie che gli studenti hanno raccontato attraverso la scrittura, esigevano rispetto e delicatezza: storie di donne, di madri, di figlie, che hanno pagato con la vita le loro scelte, spesso vittime di un sistema criminale così forte e pervasivo anche sul profilo culturale, capace di condizionare totalmente e drasticamente le vite delle persone. Dunque intraprendere questo viaggio di conoscenza, per i ragazzi è diventato un percorso di crescita e di consapevolezza.

Una scelta ben precisa che ha richiesto uno sforzo: provare a narrare storie meno conosciute, ma anche, nelle storie più note, rintracciare gli aspetti e le sfumature della personalità che spesso non balzano agli onori della cronaca e che invece ci restituiscono una descrizione più vera di quella vita; sempre nella direzione di decostruire la figura “dell’eroe solitario che lotta contro le mafie”, per avvicinarci, invece, a una modalità di contrasto alle mafie fatta di scelte quotidiane e gesti che riguardano tutta la società civile.

Riadattare le biografie di queste donne, partendo da alcuni dati reali, per poi lasciare spazio alla fantasia dei ragazzi, ha rappresentato per studenti e docenti una piccola grande scommessa.

In questo lavoro non c’è stato semplicemente un esercizio narrativo, ma una sorta di viaggio introspettivo che ha permesso agli studenti di far proprie queste storie, provando, in alcuni casi, anche a immaginare un “finale differente”.

E allora questi racconti sono diventati dei diari, delle lettere, addirittura dei piccoli gialli, in cui i giovani scrittori si sono cimentati, e sicuramente uno degli aspetti più interessanti è che l’abbiano fatto in maniera corale e condivisa. Con l’idea che ciascuno degli studenti potesse arricchire l’elaborato, senza aver paura di esprimere i concetti in maniera non corretta, ma preoccupandosi di andare al cuore delle questioni. Motivo per cui questo percorso formativo non è assolutamente un concorso, ma un libro scritto a più mani, dove tutte le storie sono state valorizzate e hanno trovato pari dignità e importanza.

Siamo partiti da circa 40 storie differenti fra loro per età, provenienza e contesto che abbiamo raccolto in un ebook. Tante altre ancora aspettano di essere conosciute e lette, quindi speriamo che in futuro questo lavoro digitale possa raccogliere altre biografie che studenti e docenti decideranno di approfondire.

Ci piace pensare che il frutto dell’impegno dei ragazzi possa donare nuova vita e slancio alle vicende di queste donne, e ai familiari di queste persone, perché con la loro forza, il loro coraggio e la loro determinazione ci aiutano a trasmettere memoria viva, per fare in modo che le storie complesse e dolorose, che vi apprestate a leggere, non facciano parte solo del passato, ma diventino costante riferimento di impegno nell’oggi e nel domani di tutti noi.

 

A questi link è possibile scaricare l'ebook e le linee guida del percorso in formato pdf: